PDA

Visualizza la versione completa : Libro per allenamento a secco/nuoto



Rino84
17 01 2010, 17: 01
Salve,
per favore mi consigliate un libro per allenamento a secco logicamente abbinato al nuoto.........Grazie

r.scalzotto
17 01 2010, 21: 15
Non so se conosci "la nuova scienza del nuoto" di James Counsilman.
E' la bibbia delle tecniche di nuoto e ha anche un soddisfacente capitolo sull'allenamento a secco. In più spiega come funziona il corpo e come integrare l'allenamento a secco all'interno delle sedute di allenamento.

Menez
18 01 2010, 00: 39
PREPARAZIONE ATLETICA. NUOTO E ALTRI SPORT
Autore Coautore: ANDOLFI MARIO PARIGIANI MARCO
Editore: ZANICHELLI
Codice ISBN: 8808060586

ferrari
18 04 2010, 03: 08
Salve,
per favore mi consigliate un libro per allenamento a secco logicamente abbinato al nuoto.........Grazie
il mio consiglio, oltre agli altri che via via troverai, è quella di espandere le conoscenze
ovvio, ti servono quelle specifiche del nuoto ma i grandi preparatori (o allenatori) nn sono soggetti "settoriali" e basta
mi spiego
non è il tuo caso ma se fossi un preparatore atletico e non conoscessi gli Ols meglio che cambi mestiere!
sì, forse l'80% dei preparatori atletici in italia dovrebbero farlo?
ehehe

oppure
i rudimenti di ginnastica
un esercizio mostruosamente bestiale per i nuotatori sono gli aneli
allenano alla stragrandissima dorsali e tricipiti/spalle
altro che fare lat machine e qualche esercizietto del cavolo ai cavi per i tricipiti!
gli anelli sono stra mostruosi
oltre tutto ci sono esercitazioni pesanti pure per gli addominali
no
non interessano?

così come conoscere i lavori cdd, di pre-atletica ovvero rudimentals, circuiti di forza generale, pliometria a basso impatto, mobilità tra ostacoli e tanto tanto lavoro sugli addominali con i palloni medicinali (MBall)
tra le altre cose i MBall sono utili per i lavori di potenza (pensi ai drills per la partenza dai blocchi)
voglio dire...
un altro esempio
quali sono gli infortuni tipici del nuoto?
in quali sport si hanno cose simili e come lo risolvono?

più riesci ad attingere da varie esperienze più puoi avere una visione ampia per un singolo settore che più ti interessa

MaGi
20 04 2010, 10: 33
Ferrari, grazie per i preziosi interventi.
Quando utilizzi le sigle puoi specificare tra parentesi la descrizione per esteso? Non tutti gli utenti del forum possono avere la stessa provenienza culturale e la lettura del forum potrebbe contribuire ad arricchire le conoscenze di tutti, grazie

ferrari
20 04 2010, 21: 15
basta chiedere, scusa!

- rudimentals.. sono esercitazioni propriecettive che eseguono atleti come i giocatori di basket o pallavolo e gli sprinter
preferibilmente (anzi.. stra-meglissimo) a piedi scalzi (barefoot in inglese) e su erba (ben curata)
ci sono vari esercizi e ti faccio un esempio: su un piede salti in avanti (di poco)
oppure indietro
oppure a destra (o sinistra)
oppure avanti e indietro o destra-sinistra
oppure giri

puoi fare questi esercizi tenendo anche un MBall (medicine ball ovvero pallone medicinale)

- Drills = esercitazione

- lat machine è il banale esercizio da femminuccia.. ihihihihih
non è buono per mettere forza ma essendo "semplice" puoi fare tanto volume "easy" (facile)
oh, scusa! la lat machine (lat da latissimus dorsi) è quel macchinario in cui con le braccia tiri in basso una sbarra (tu stai seduto con le gambe bloccate da fermi a livello delle ginocchia)
alleni quindi soprattutto i dorsali (tricipiti in "minimimimimissima" parte e bicipiti)

l'esercizio principale per misurare la forza in palestra in sala pesi sono appunto trazioni, parallele, lento.. insomma, parliamo di esercizi seri
la stessa panca (utile per un discobolo e inclinata per i lanciatori di peso ad esempio) è un esercizio che si fa per la sua "semplicità"
è meno ostativo delle parallele


- OLs = sono i sollevamenti olimpici (snatch, clean, jerk e varianti! ovviamente alle olimpiadi si fanno lo snatch e il clean&Jerk)
nello snatch in un unico movimento porti un bilanciere da terra a sopra la testa (gomiti bloccati)
la presa è ampia (per ridurre il "lavoro" ovvero il percorso del bilanciere)
nel clean porti il bilanciere da terra alle spalle
nel jerk (successivo al clean ma chiaramente in un allenamento puoi prenderlo dal rack) invece porti il bilanciere dalle spalle a sopra la testa (movimento senza spinta di braccia e quindi blocco dei gomiti ovvero lockout in inglese)

sono esercizi che nn penso aiutino molto un nuotatore (basso ritorno, difficili da insegnare ad un nuotatore che in generale non è molto coordinato e poi alleano parecchio glutei, femorali,polpacci, lombari, trapezi, avambraccia.. fanno mettere anche parecchia massa)
ma sono cmq gli esercizi numero 1 per mettere potenza (gli esercizi per eccellenza di sprinter, lanciatori, giocatori di basket, pallavolo rugby e ovviamente football americano)


- cdd.. cosiddetti!

bluesbrother
29 01 2011, 17: 23
Salve,
per favore mi consigliate un libro per allenamento a secco logicamente abbinato al nuoto.........Grazie

L'ultimo libro di Salo, secondo me è ben fatto ed ha anche un DVD dimostrativo.

bluesbrother
29 01 2011, 17: 50
basta chiedere, scusa!

- rudimentals.. sono esercitazioni propriecettive che eseguono atleti come i giocatori di basket o pallavolo e gli sprinter
preferibilmente (anzi.. stra-meglissimo) a piedi scalzi (barefoot in inglese) e su erba (ben curata)
ci sono vari esercizi e ti faccio un esempio: su un piede salti in avanti (di poco)
oppure indietro
oppure a destra (o sinistra)
oppure avanti e indietro o destra-sinistra
oppure giri

puoi fare questi esercizi tenendo anche un MBall (medicine ball ovvero pallone medicinale)

- Drills = esercitazione

- lat machine è il banale esercizio da femminuccia.. ihihihihih
non è buono per mettere forza ma essendo "semplice" puoi fare tanto volume "easy" (facile)
oh, scusa! la lat machine (lat da latissimus dorsi) è quel macchinario in cui con le braccia tiri in basso una sbarra (tu stai seduto con le gambe bloccate da fermi a livello delle ginocchia)
alleni quindi soprattutto i dorsali (tricipiti in "minimimimimissima" parte e bicipiti)

l'esercizio principale per misurare la forza in palestra in sala pesi sono appunto trazioni, parallele, lento.. insomma, parliamo di esercizi seri
la stessa panca (utile per un discobolo e inclinata per i lanciatori di peso ad esempio) è un esercizio che si fa per la sua "semplicità"
è meno ostativo delle parallele


- OLs = sono i sollevamenti olimpici (snatch, clean, jerk e varianti! ovviamente alle olimpiadi si fanno lo snatch e il clean&Jerk)
nello snatch in un unico movimento porti un bilanciere da terra a sopra la testa (gomiti bloccati)
la presa è ampia (per ridurre il "lavoro" ovvero il percorso del bilanciere)
nel clean porti il bilanciere da terra alle spalle
nel jerk (successivo al clean ma chiaramente in un allenamento puoi prenderlo dal rack) invece porti il bilanciere dalle spalle a sopra la testa (movimento senza spinta di braccia e quindi blocco dei gomiti ovvero lockout in inglese)

sono esercizi che nn penso aiutino molto un nuotatore (basso ritorno, difficili da insegnare ad un nuotatore che in generale non è molto coordinato e poi alleano parecchio glutei, femorali,polpacci, lombari, trapezi, avambraccia.. fanno mettere anche parecchia massa)
ma sono cmq gli esercizi numero 1 per mettere potenza (gli esercizi per eccellenza di sprinter, lanciatori, giocatori di basket, pallavolo rugby e ovviamente football americano)


- cdd.. cosiddetti!

Ovviamente ferrari non sa di cosa sta parlando, o meglio, vuole farci credere di si in realtà penso che non abbia mai provato ad allenarsi seriamente perché da quello che dice si capisce che non ha mai provato alcuni esercizi e parla solo per sentito dire.
Premettendo che i sollevamenti olimpici sono basilari per la preparazione fisica in molti sport ed alcuni di essi potrebbero esserlo anche per il nuoto vedi partenza del "dorso". Così come basilari sono sicuramente molti esercizi a carico naturale ecc, anche alcuni esercizi eseguiti con macchine senza "camme" ma a "carrucola semplice" come la "lat machine" sono essenziali alla preparazione fisica in quanto permettono di eseguire esercizi biomeccanicamente importanti ad atleti giovani o ad atlete femmine che inizialmente non sarebbero assolutamente in grado di lavorare con trazioni alla sbarra o con esercitazioni agli anelli. Con questi attrezzi invece siamo in grado di aumentare il carico in maniera molto graduale e relativamente a basso rischio di trauma (basta non eseguire la trazione portando il bilanciere dietro la nuca).
Inoltre ferrari dimostra di non sapere effettuare una corretta analisi del movimento (evidentemente non conosce bene l'anatomia funzionale) asserendo che la lat machine sia un attrezzo per "femminucce" in quanto essendo, come ho detto prima una macchina a carrucola semplice, il peso che si solleva è esattamente quello effettivo; cioè se il mio peso corporeo è di kg 80 ed io sollevo kg 80 di piastre 10 volte lo posso fare anche alla sbarra, in più (e qui casca l'asino) la posizione di lavoro alla lat machine con le cosce che formano un angolo di circa 90° con il busto,fa si che il bacino sia in posizione di retroversione con conseguente stiramento dell'aponeurosi del muscolo gran dorsale, al quale da questa situazione viene impedito un pre-accorciamento in modo tale che la contrazione risulta aumentata in difficoltà rispetto alla trazione alla sbarra tradizionale. In parole povere sarebbe come eseguire le trazioni con le ginocchia in avanti e le cosce ad angolo retto rispetto al busto e tenute fisse in quella posizione senza slanciarle, vi assicuro che non sono affatto più facili da eseguire (provare per credere)

ferrari
29 01 2011, 19: 04
Ovviamente ferrari non sa di cosa sta parlando, o meglio, vuole farci credere di si in realtà penso che non abbia mai provato ad allenarsi seriamente perché da quello che dice si capisce che non ha mai provato alcuni esercizi e parla solo per sentito dire.
Premettendo che i sollevamenti olimpici sono basilari per la preparazione fisica in molti sport ed alcuni di essi potrebbero esserlo anche per il nuoto vedi partenza del "dorso". Così come basilari sono sicuramente molti esercizi a carico naturale ecc, anche alcuni esercizi eseguiti con macchine senza "camme" ma a "carrucola semplice" come la "lat machine" sono essenziali alla preparazione fisica in quanto permettono di eseguire esercizi biomeccanicamente importanti ad atleti giovani o ad atlete femmine che inizialmente non sarebbero assolutamente in grado di lavorare con trazioni alla sbarra o con esercitazioni agli anelli. Con questi attrezzi invece siamo in grado di aumentare il carico in maniera molto graduale e relativamente a basso rischio di trauma (basta non eseguire la trazione portando il bilanciere dietro la nuca).
Inoltre ferrari dimostra di non sapere effettuare una corretta analisi del movimento (evidentemente non conosce bene l'anatomia funzionale) asserendo che la lat machine sia un attrezzo per "femminucce" in quanto essendo, come ho detto prima una macchina a carrucola semplice, il peso che si solleva è esattamente quello effettivo; cioè se il mio peso corporeo è di kg 80 ed io sollevo kg 80 di piastre 10 volte lo posso fare anche alla sbarra, in più (e qui casca l'asino) la posizione di lavoro alla lat machine con le cosce che formano un angolo di circa 90° con il busto,fa si che il bacino sia in posizione di retroversione con conseguente stiramento dell'aponeurosi del muscolo gran dorsale, al quale da questa situazione viene impedito un pre-accorciamento in modo tale che la contrazione risulta aumentata in difficoltà rispetto alla trazione alla sbarra tradizionale. In parole povere sarebbe come eseguire le trazioni con le ginocchia in avanti e le cosce ad angolo retto rispetto al busto e tenute fisse in quella posizione senza slanciarle, vi assicuro che non sono affatto più facili da eseguire (provare per credere)

mi spiace dirlo, a prescindere dallo "specchio" ai tuoi insulti, ma nemmeno te mi sembri tanto afferrato.
"anatomia funzionale"? ahahaha

premesso che puoi fare lat machine per svariati motivi (per esempio nel caso di velocisti del T&F per ridurre lo stress che implicano le trazioni), ma con questo aggeggio non vai da nessuna parte.
nulla può sostituire le sani trazioni (gli anelli sono un surplus)
per quanto riguarda il fatto che ci siano persone che non sappiano fare più di 1 rp.. embé?
le alleni.
ci sono metodi semplici che in tre mesi ti conducono a discreti livelli su cui pianificare allenamenti seri


OLs: fondamentali nella partenza a dorso?
ahahaa
impieghi 20 anni per insegnarglieli e nel frattempo sono passati 8 legislature (come si sa... 1 su 2 almeno muore a metà dell'opera).
in realtà per gli OLs servono certi carichi.. ed esiste un modo molto prosaico per allenarsi.. palloni medicinali
Infatti, pur non conoscendoli te li consiglio.
evidentemente non sai nemmeno che forma hanno né a cosa servono.
per intenderci.. manco i Jamaicani (non tutti) fanno Ols ma non mi sembrano fermi in partenza.
in realtà il discorso è più complesso e trovo gli OLs una "spesa" nel nuoto con pochi benefici (occorre molta pratica e i nuotatori in genere non sono portati in queste cose oltre al fatto che svolgono un'attività che non dà proprio transfer per i movimenti "terrestri"; e poi bisogna raggiungere notevoli carichi.. )

PS: difficoltà alla lat? fai fare trazioni sternali con presa prona..

valtalas
29 01 2011, 19: 53
mi spiace dirlo, a prescindere dallo "specchio" ai tuoi insulti, ma nemmeno te mi sembri tanto afferrato.
"anatomia funzionale"? ahahaha

premesso che puoi fare lat machine per svariati motivi (per esempio nel caso di velocisti del T&F per ridurre lo stress che implicano le trazioni), ma con questo aggeggio non vai da nessuna parte.
nulla può sostituire le sani trazioni (gli anelli sono un surplus)
per quanto riguarda il fatto che ci siano persone che non sappiano fare più di 1 rp.. embé?
le alleni.
ci sono metodi semplici che in tre mesi ti conducono a discreti livelli su cui pianificare allenamenti seri


OLs: fondamentali nella partenza a dorso?
ahahaa
impieghi 20 anni per insegnarglieli e nel frattempo sono passati 8 legislature (come si sa... 1 su 2 almeno muore a metà dell'opera).
in realtà per gli OLs servono certi carichi.. ed esiste un modo molto prosaico per allenarsi.. palloni medicinali
Infatti, pur non conoscendoli te li consiglio.
evidentemente non sai nemmeno che forma hanno né a cosa servono.
per intenderci.. manco i Jamaicani (non tutti) fanno Ols ma non mi sembrano fermi in partenza.
in realtà il discorso è più complesso e trovo gli OLs una "spesa" nel nuoto con pochi benefici (occorre molta pratica e i nuotatori in genere non sono portati in queste cose oltre al fatto che svolgono un'attività che non dà proprio transfer per i movimenti "terrestri"; e poi bisogna raggiungere notevoli carichi.. )

PS: difficoltà alla lat? fai fare trazioni sternali con presa prona..

Intervento come moderatore d'area
questa parte del forum e' riservata a discussione tecniche e non voglio ripeto non voglio commistioni di nessun tipo quindi le battutine sulla durata dei governi
le vai a fare da qualche altra parte ci siamo capiti? mi spieghi poi perche' ti fa tanto ridere "anatomia funzionale"

ferrari
29 01 2011, 23: 19
Intervento come moderatore d'area
questa parte del forum e' riservata a discussione tecniche e non voglio ripeto non voglio commistioni di nessun tipo quindi le battutine sulla durata dei governi
le vai a fare da qualche altra parte ci siamo capiti? mi spieghi poi perche' ti fa tanto ridere "anatomia funzionale"

esiste un concetto di anatomia "non funzionale"?
sono termini usati che non hanno cognizione di causa.
il fatto che la lat machine venga usata da chi vuole ridurre al massimo lo stress (le trazioni sono stressanti, guardati la discussione aperta da Menez) è un discorso che esula sull'utilità di questo aggeggio
oh, il discorso che ha fatto sui dorsali lo si fa per la leg curl o la leg ext (in cui si posizionano le pelvi in una certa maniera)..
ma scommettiamo che squat e stacchi sono 150 milioni di volte più "funzionali"?

sulla durata delle legislature.. mi dovresti spiegare perché non posso fare battute innocue quando il succo del discorso è che un nuotatore ha un ritorno di benefici dagli OLs bassissimo
come al solito polemizzi sul sesso delle libellule.
scusa, nessuna battuta sul sesso

stefano '62
29 01 2011, 23: 45
esiste un concetto di anatomia "non funzionale"?
Si,esiste.
E' lo studio dell'anatomia del nostro corpo quando sta fermo.
Invece l'anatomia funzionale è qualcosa di connesso alla biomeccanica delle azioni,come ti ha spiegato efficacemente bluesbrother.
Colui che ne ignora non solo i postulati ma addirittura l'esistenza viene naturalmente annoverato tra i preparatori cialtroni,che grazie a questa enorme lacuna non conoscono la reale portata delle loro proposte di allenamento,nè sanno quali e quanti danni esse siano potenzialmente in grado di arrecare,e perchè.
C'è molto poco da ridere,direi.

Proporre gli anelli ad un nuotatore perchè allenano dorsali spalle e tricipiti,non mi sembra scandaloso se non altro perchè tutto fa brodo.
Ma fa sorgere seri dubbi sulla tua reale cognizione circa la biomeccanica delle nuotate,e sul modo in cui i dorsali le spalle e i tricipiti devono lavorare:anatomia funzionale,appunto.

valtalas
29 01 2011, 23: 51
esiste un concetto di anatomia "non funzionale"?
sono termini usati che non hanno cognizione di causa.
il fatto che la lat machine venga usata da chi vuole ridurre al massimo lo stress (le trazioni sono stressanti, guardati la discussione aperta da Menez) è un discorso che esula sull'utilità di questo aggeggio
oh, il discorso che ha fatto sui dorsali lo si fa per la leg curl o la leg ext (in cui si posizionano le pelvi in una certa maniera)..
ma scommettiamo che squat e stacchi sono 150 milioni di volte più "funzionali"?

sulla durata delle legislature.. mi dovresti spiegare perché non posso fare battute innocue quando il succo del discorso è che un nuotatore ha un ritorno di benefici dagli OLs bassissimo
come al solito polemizzi sul sesso delle libellule.
scusa, nessuna battuta sul sesso

non e' questo il posto per le battute innocue tutto qui e il discorso finisce qui msg di replica a questo saranno cancellati, se vuoi parlare di questo argmomento
apri una discussione nel luogo adatto.

GMM
30 01 2011, 13: 34
esiste un concetto di anatomia "non funzionale"?

L'anatomia funzionale è un esame dei corsi di laurea specialistici delle professioni sanitarie e delle specialistiche di scienze motorie.
Viene inserito tra i settori bio/06 - bio/16 e med/48 quindi rientra sia tra la parte anatomica che riabilitativa questo perchè , ad esempio, è necessario conoscere la parte anatomica delle ossa della colonna vertebrale ma, allo stesso tempo, sapere quali sono i gradi fisiologici della curvatura della colonna quando il corpo si mette in movimento. Allo stesso tempo è necessario conoscere le singole inserzioni muscolari ma, ad esempio , è fondamentale sapere quali muscoli vengono attivati ed in quale sequenza quando si effettua un salto o un lancio.
Questa competenza non è infatti della materia Fisiologia ma dell'Anatomia.
E quindi... non fa ridere , agli studenti.

ferrari
30 01 2011, 19: 26
Si,esiste.
E' lo studio dell'anatomia del nostro corpo quando sta fermo.
Invece l'anatomia funzionale è qualcosa di connesso alla biomeccanica delle azioni,come ti ha spiegato efficacemente bluesbrother.
Colui che ne ignora non solo i postulati ma addirittura l'esistenza viene naturalmente annoverato tra i preparatori cialtroni,che grazie a questa enorme lacuna non conoscono la reale portata delle loro proposte di allenamento,nè sanno quali e quanti danni esse siano potenzialmente in grado di arrecare,e perchè.
C'è molto poco da ridere,direi.

Proporre gli anelli ad un nuotatore perchè allenano dorsali spalle e tricipiti,non mi sembra scandaloso se non altro perchè tutto fa brodo.
Ma fa sorgere seri dubbi sulla tua reale cognizione circa la biomeccanica delle nuotate,e sul modo in cui i dorsali le spalle e i tricipiti devono lavorare:anatomia funzionale,appunto.


perdonami.. parliamo di cinematica, cinetica, biomeccanica, presentiamo i modelli di robotica?

io invece diffido da chi usa il multipower e no sa manco come si fa lo squat vero o pensi che la lat machine sia dura e allenante (forza "funzionale").
visto che hai usato il termine "cialtrone" direi che i "cialtroni" sono questi

sull'uso di "funzionale", la mia disputa (basta leggere i miei tanti spunti) è sull'abuso dei termini.
mi spiego (perché vedo che l'argomento vi interessi poco).
si parla di forza "funzionale" quando tutti i grandi coach non usano mai questo termine..
in quanto tutto deve "fungere" attorno alla performance (GPE, SPE, SDE e CE tanto per usare la terminologia russa tradotta in americano).
e parlare di tavole basculanti come forza funzionale.. ecco, è una cavolata

ancora... avendo letto una marea di libri e articoli (e avendo ancora un'altra marea di lato) in inglese, non ricordo un testo con scritto "functional anatomy"..
mi sfugge
e parlo di pesistica, sprint, lanci, salti, calcio, pallavolo.
beh, esisterà nel nuoto (ho 2 libri ma non letti).

quindi, l'aver ignorato l'esistenza di un corso così denominato all'ISEF o a Scienze Motorie non mi pare così grave.
oh, deciditi se trattasi di biomeccanica oppure di schemi motori, relazioni lungo le catene.

perché sai, non vorrei (come succede giustamente nello sprint) si arrivi ai meridiani dell'agopuntura (cosa seria!!!!!!).
e guarda che esistono "flussi" che vanno al di là della mera anatomia.. hai voglia di parlare di anatomia funzionale.. semplicemente non funziona

ora, non è perché "allunghi" un'estremità (come fai nella leg curl o nella lat machine) che rendi un esercizio superiore...se è un esercizio scarso, lo è e basta
quindi la questione è: quali dei due mette forza che serve maggiormente nel nuoto? tu dici la lat machine!
ci credo!
In tanti altri sport la risposta è no, manco per l'anticamera (basket, pallavolo, lanci, sprint).
Evidentemente gli sport terrestri hanno un appeal diverso.
Tra le altre Poliquin per il nuoto la pensa diversamente (ovvero che le trazioni sono di un altro pianeta rispetto alla lat e parliamo di uno che si fa pagare più di 400 dollari ad ora)


seconda questione. Nessun allenatore serio pensa di legare i pattern precipui di reclutamento relativamente alla biomeccanica del gesto (si tratta di reclutamento e movimenti.. anatomia funzionale.. è il nome per indicare una cosa che altrove si chiama diversamente? ahahaha! all'estero diffidano dal nome "funzionale", come detto) del proprio sport con i lavori in sala pesi..
alcuni lo fanno? guarda, per pudore non ti racconto le stramberie che sento (su tutto.. su sesso, politica, rapporti sociali, problematiche sociali).
E' il bello della diversità
uno di questi è pensare di "mimare" in sala pesi ciò che non si può fare.
oh, non ti riferivi a questo aspetto ma vorrei rilanciare: ma perché il corpo umano dovrebbe adattarsi meglio in gesti in cui per natura si è per definizione "instabili"?
ora, premesso che posso solo imparare per il nuoto.. ma non mi venire a dire che lat è superiore alle trazioni (sbarra o anelli).. non si può morire di infarto per risate.

Taxi_babbo
30 01 2011, 19: 59
ancora... avendo letto una marea di libri e articoli (e avendo ancora un'altra marea di lato) in inglese, non ricordo un testo con scritto "functional anatomy"..
mi sfugge
e parlo di pesistica, sprint, lanci, salti, calcio, pallavolo.
beh, esisterà nel nuoto (ho 2 libri ma non letti).



Non entro nel merito perché non ne capisco niente, e quando non capisco non parlo, ma Google riporta 948000 voci per "functional anatomy" e 20000 voci per "functional anatomy book".

valtalas
30 01 2011, 21: 08
Non entro nel merito perché non ne capisco niente, e quando non capisco non parlo, ma Google riporta 948000 voci per "functional anatomy" e 20000 voci per "functional anatomy book".

anche io mi comporto cosi, l'unica cosa che possa aggiungere e che, nel mio campo (Matematica) ma penso anche negli altri, piu' di quanti libri hai letto conta quanti libri hai capito

stefano '62
30 01 2011, 22: 05
io invece diffido da chi usa il multipower e no sa manco come si fa lo squat vero o pensi che la lat machine sia dura e allenante (forza "funzionale").
[.....]
ma non mi venire a dire che lat è superiore alle trazioni (sbarra o anelli).. non si può morire di infarto per risate.
[......]
quali dei due mette forza che serve maggiormente nel nuoto? tu dici la lat machine!
ci credo!
In tanti altri sport la risposta è no, manco per l'anticamera (basket, pallavolo, lanci, sprint).

A parte il fatto che questo è appunto un forum sul nuoto e che Rino84 ha chiesto di libri che parlano di esercizi a secco per il nuoto,e non se è più dura la lat o le trazioni.
Allora chiarisco e garantisco a Rino84 che nella preparazione del nuoto è consigliato cominciare con la lat per sviluppare la forza e in seguito passare alle trazioni non perchè esse siano più dure (dipende dalla differenza tra il tuo peso e quello che decidi di tirare su alla lat,è talmente ovvio) bensì perchè permettono di attivare una mole maggiore di distretti muscolari e si avvicinano di più alla situazione in acqua.
Mi sento anche di consigliare a Rino84 di non credere che l'utilità delle esercitazioni sia da mettere in relazione con la loro durezza,bensì con la loro capacità di aiutarti a sviluppare qualcosa che ti tornerà utile fuori dalla palestra,in gara,cioè lo sviluppo di forza disponibile in alcuni gesti piuttosto che in altri.


Nessun allenatore serio pensa di legare i pattern precipui di reclutamento relativamente alla biomeccanica del gesto del proprio sport con i lavori in sala pesi..
Invece sì,perchè l'allenatore serio conosce la differenza tra forza generale,forza disponibile e forza relativa.
Naturalmente in fase generale si pensa appunto a qualcosa di generale,a tutto campo,ma ciò non rappresenta un obiettivo finale ma un requisito da sviluppare in subordine ad altro.
Gli allenatori che invece pensano che il loro lavoro si esaurisca nello sviluppare in un certo muscolo la forza massimale tout court fine a se stessa,nell'illusione di riuscire a lavorare solo su quello senza considerare anche l'inevitabile sviluppo collaterale di tutta una serie di sinergici,dunque funzionale a qualcosa piuttosto che a qualcos'altro in modo casuale e che dunque vale invece la pena di controllare a monte per finalizzarlo,sono emeriti cialtroni responsabili di tanti guasti posturali nei poveretti che si affidano incautamente alle loro grinfie incompetenti.

Non spiego in questa sede la differenza tra biomeccanica e anatomia funzionale perchè troppo OT,tra l'altro c'è un ottimo indizio in ciò che ha scritto GMM,e se ferrari non ci arrriva da solo può sempre andarsi a studiare qualche libro di testo invece che straparlare di allenatori russi o cinesi.

Mi sento però di consigliarti,ferrari,di non permetterti di ridere quando una persona molto più preparata di te (bluesbrother) tira fuori un termine che non conosci perchè di uso comune in un ambiente cui molto evidentemente tu non appartieni (e non mi sto riferendo al nuoto),perchè poi non basterà nasconderti dietro fantomatici grandi allenatori che mai ne avrebbero parlato nè avrebbero mai fatto questo o quell'altro,per salvarti da una brutta figura.
Interrogati piuttosto sul fatto che quelli che citi non sono grandi allenatori come credi,oppure che non si sono preoccupati di raccontarti tutto perchè non ti considerano il depositario del loro sapere.

Abbiamo scoperto altrove che non conosci la fisiologia,ora riveli grosse lacune in biomeccanica e anatomia funzionale delle quali ignori sia la valenza sia l'esistenza,cerca almeno di dimostrare di conoscere l'educazione.

ferrari
31 01 2011, 19: 09
anche io mi comporto cosi, l'unica cosa che possa aggiungere e che, nel mio campo (Matematica) ma penso anche negli altri, piu' di quanti libri hai letto conta quanti libri hai capito

beh, come in ogni cosa.
ma sai, oltre alla comprensione (per intenderci, se fai lat machine e pensi che sia un grande esercizio significa ciò che hai affermato: ovvero che non ha capito nulla ciò che lo pensa) esiste anche il "Pratico".
uno prende i 100 allenatori migliori nelle varie discipline e nessuno ti usa questo o quel termine.
ovvio, posso inventarmeli io, possono essere usati a margine della discussione.

in questo caso banalmente si vuole utilizzare (a proposito della discussione) un risultato della fisiologia della forza: ovvero che un muscolo allungato è più forte (diverso il discorso dello sviluppo reale della forza che dipende dalle leve oltre che da questa condizione).
ora, se vuoi usare il termine "funzionale" associato all'anatomia quando trattasi di un risultati di "fisiologia della forza".. beh, scusatemi!


E cmq, ripeto ancora, se uno entra nei meandri delle varie applicazioni, questo termine difficilmente viene utilizzato (mai sentito! sono andato a fare una ricerca dopo che mi è stata segnalata la cosa e in Siff, massima autorità in materia, il termine è usato nelle prefazioni ai suoi libri).
sarà

oh, ritornando a noi..
se uno vuole avere le basi un libro come "Building the Gymnastic Body" di Sommer non può mancare

la lat va abbandonata? fa risparmiare una marea di energie nervose e non sempre conviene quindi "spingere con le trazioni" (ma partiamo sempre dal discorso che senza frequenza non si diventa forte).

pensare di fare prima i macchinari e poi gli esercizi a corpo libero non esiste! si allenano dal primo giorno, si verifica il "talento" per questi e poi si aggiungono (a margine) i macchinari.
mah..



PS: sono andato a vedere nella mia libreria e c'è un libro che usa il termine "functional" ("Functional Anatomy" di Cael ma non è granché insomma)

PPS: leggendo "cinesiologia degli esercizi" (discreto libro) di Yessis (noto per le sue traduzioni di test russi sulla pliometria) si comprende che ciò che viene definito sopra ("funzionale") è riferito a Cinesiologia. se volete vi riporto l'introduzione

PPPS: visto che bisogna poi andare nel profondo delle cose.. ho spesso (sono andato a fare una ricerca pure io..) trovato il termine "anatomy for strength" oppure "anatomy and exercises".
Semantica.. sarà che odio il termine funzionale che dice tutto e niente (mi chiedo sempre.. ma il contrario esiste? come nei lavori di forza.. c'è qualcuno che pensa ad allenarsi in modo non funzionale? bah).

Dico questo perché oltre alla mera esecuzione dei vari esercizi e ai pattern di reclutamento, oltre al modo di potenziare il sollevamento in base alla posizione dei vari segmenti corporei (in questo caso rotazione delle pelvi), c'è da considerare il discorso legato ai meridiani e al potenziamento per irradiazione..
beh, sarà che sono "all incluse"! ahahaha

Elemaster
31 01 2011, 19: 29
..........:specchi:

bluesbrother
01 02 2011, 13: 32
Ciao Rino84, scusa se ti ricontatto solo ora. Ti do qualche indicazione in più sul libro che ti ho consigliato. Prima di tutto scusa ma non ti ho detto che è in inglese anche se piuttosto semplice. Inoltre questo manuale tratta in maniera molto lucida ed esplicativa il tema del controllo del tronco e del potenziamento dei muscoli che lo muovono.
Dato che il nuoto si svolge in un mezzo che non offre appigli e pochissimi riferimenti cinestetici, migliorare le capacità propriocettive dei muscoli che servono ad indirizzare il corpo nell'acqua è di enorme aiuto per perfezionare la tecnica.
Se vuoi saperne di più su questo libro contattami pure. Ciao


p.s. Un consiglio per ferrari. Vedi io penso che tu in buona fede creda di essere un luminare nel settore, ma palesemente manchi totalmente delle nozioni di base quali Anatomia, Fisiologia, ecc. per questo non essendo un professionista del settore ma un semplice appassionato (anche troppo), dovresti porti con umiltà come ascoltatore e non come oracolo (con tanto di linguaggio appropriato). Voglio farti capire con un esempio: Se tu hai un buon senso estetico e hai letto 100 libri di arredamento e 1000 numeri di Brava Casa, al massimo puoi fare l'arredatore ma non l'architetto. Chiaro?

P.p.s Con questo vorrei fare un appello agli altri professionisti che scrivono sul Forum. Fino a che ferrari non si esprimerà in modo più consono e rispettoso delle idee degli altri non diamogli più "spago".

ferrari
01 02 2011, 13: 50
Ciao Rino84, scusa se ti ricontatto solo ora. Ti do qualche indicazione in più sul libro che ti ho consigliato. Prima di tutto scusa ma non ti ho detto che è in inglese anche se piuttosto semplice. Inoltre questo manuale tratta in maniera molto lucida ed esplicativa il tema del controllo del tronco e del potenziamento dei muscoli che lo muovono.
Dato che il nuoto si svolge in un mezzo che non offre appigli e pochissimi riferimenti cinestetici, migliorare le capacità propriocettive dei muscoli che servono ad indirizzare il corpo nell'acqua è di enorme aiuto per perfezionare la tecnica.
Se vuoi saperne di più su questo libro contattami pure. Ciao


p.s. Un consiglio per ferrari. Vedi io penso che tu in buona fede creda di essere un luminare nel settore, ma palesemente manchi totalmente delle nozioni di base quali Anatomia, Fisiologia, ecc. per questo non essendo un professionista del settore ma un semplice appassionato (anche troppo), dovresti porti con umiltà come ascoltatore e non come oracolo (con tanto di linguaggio appropriato). Voglio farti capire con un esempio: Se tu hai un buon senso estetico e hai letto 100 libri di arredamento e 1000 numeri di Brava Casa, al massimo puoi fare l'arredatore ma non l'architetto. Chiaro?

P.p.s Con questo vorrei fare un appello agli altri professionisti che scrivono sul Forum. Fino a che ferrari non si esprimerà in modo più consono e rispettoso delle idee degli altri non diamogli più "spago".

tu sei un luminare?
sei un esperto in anatomia e fisiologia?
seguono copiose risate.

ancora devo trovare uno che consideri la lat superiore alle trazioni..
vero, non sono un luminare

silversurfer
01 02 2011, 13: 51
tu sei un luminare?
sei un esperto in anatomia e fisiologia?
seguono copiose risate.

ancora devo trovare uno che consideri la lat superiore alle trazioni..
vero, non sono un luminareFerrari, smettila per favore.

valtalas
01 02 2011, 13: 59
tu sei un luminare?
sei un esperto in anatomia e fisiologia?
seguono copiose risate.

ancora devo trovare uno che consideri la lat superiore alle trazioni..
vero, non sono un luminare

intervento come moderatore d'area
ferrari DEVI tenere un comportamento consono al forum in cui ti trovi altriementi ci saranno consenguenze (le copiose risate le fai con i tuoi amici al bar)
e cerca di capire quello che scrivono gli altri utenti prima di rispondere.
Aggiungo che come al solito non voglio risposte a questo post di moderazione.

e' l'ultimo avvertimento

ferrari
01 02 2011, 13: 59
Ferrari, smettila per favore.

perdonami.. ma a provocazione rispondo (non mi pare di averlo fatto).
E sei pregato di fare il moderatore in pieno, andando a vedere chi attacca realmente le persone (e non le idee.. infatti in un forum di discussione si discutono idee e fatti e non le persone che le proferiscono)

ritornando al discorso di cinestetica e bla bla bla .. appunto la ginnastica con le 3k varianti di esercitazioni aiuta in questo
e il fatto che bisogna (con i solo appigli delle mani) mantenere gli angoli dei vari segmenti corporei impone una forza del core non indifferente.
proprio queste argomentazioni smentiscono l'uso della lat machine come propedeutica all'aumento di "forza funzionale".
E' carino leggere di argomentazioni altisonanti che si autosmentiscono con la pratica

silversurfer
01 02 2011, 16: 03
perdonami.. ma a provocazione rispondo (non mi pare di averlo fatto).
E sei pregato di fare il moderatore in pieno, andando a vedere chi attacca realmente le persone (e non le idee.. infatti in un forum di discussione si discutono idee e fatti e non le persone che le proferiscono)

ritornando al discorso di cinestetica e bla bla bla .. appunto la ginnastica con le 3k varianti di esercitazioni aiuta in questo
e il fatto che bisogna (con i solo appigli delle mani) mantenere gli angoli dei vari segmenti corporei impone una forza del core non indifferente.
proprio queste argomentazioni smentiscono l'uso della lat machine come propedeutica all'aumento di "forza funzionale".
E' carino leggere di argomentazioni altisonanti che si autosmentiscono con la praticaNon e' la mia sezione, il mio era un consiglio, ti stai mettendo contro tutti e stai esasperando gli animi.

ferrari
02 02 2011, 12: 42
Non e' la mia sezione, il mio era un consiglio, ti stai mettendo contro tutti e stai esasperando gli animi.

a prescindere.. se uno vuole fare il "saggio" che lo faccia in pieno
esasperare gli animi?
ieri mi ha contattato un mio amico preparatore (è in Danimarca per un corso) che mi ha chiesto consigli su un articolo che vorrebbe scrivere (gli esercizi più stupidi che si vedono in palestra tipo rotazioni del busto in piedi con bastone o bilanciere).
Allora per provocazione gli ho parlato della lat machine specie quando il peso è superiore al BW.. e lui ha incominciato a ridacchiare chiedendomi il perché ed io:
"guarda che se si stacca il fermo per le gambe parti per la tangente direzione soffitto!! è un esercizio che diventa per le gambe!"

ovviamente l'ilarità tra la scelta di trazioni e lat machine come prime movers era ben presente e tutto questo perché le motivazioni addotte sulla "funzionalità" che deve avere un lavoro in palestra sposano perfettamente il lavoro con le trazioni!
e sarei io ad esasperare gli animi?
ti faccio un esempio.. io e te ci incontriamo (ok, sono simpatico, non avresti problemi!)... ed io ti faccio il seguente discorso:
"voglio una vettura sportiva, bella, trazione posteriore, due posti e un gran bel motore.. ma non deve costare tantissimo! allora mi compro una Punto Abarth!"
allora tu mi risponderesti:
"ma che dici? ciò di cui parli si ritaglia perfettamente, ad esempio, con la Nissan 370Z!"

secondo te dovrei incavolarmi?
la risposta è no


vediamo alla ratio dei vari ragionamenti secondo il mio punto di vista
a) se uno fa il preparatore deve conoscere (al di là di una moltitudine di campi) come si eseguono gli esercizi di ginnastica e pesistica!
ovvio che se mi chiedi in modo secco un libro di consiglio ad esempio Sommer (vedi sopra)

b) premesso sopra, ho spiegato che le trazioni e la progressione di esecuzione (si possono eseguire in mille modi, sempre più difficili.. ad esempio vedi la discussione con Menez nel caso delle sternali) sposano perfettamente gli obiettivi del training

c) guardate che gli esercizi di ginnastica si imparano da bambini e nessuno muore (diverso discorso le torture di alcuni tecnici.. vedi i cinesi), anzi!!
il fatto che, all'inizio, si è deboli nell'eseguirli non è un problema!
tempo 3 mesi e si raggiungono discreti valori!
ma quei 3 mesi devono incominciare da subito
la lat è un complementare, niente di più niente di meno


tutto questo, premettendo il fatto che gli assalti personali li ho subiti io (alla faccia di esacerbare gli animi!)

Cuffiablu
02 02 2011, 13: 33
a prescindere.. se uno vuole fare il "saggio" che lo faccia in pieno
esasperare gli animi?
ieri mi ha contattato un mio amico preparatore (è in Danimarca per un corso) che mi ha chiesto consigli su un articolo che vorrebbe scrivere (gli esercizi più stupidi che si vedono in palestra tipo rotazioni del busto in piedi con bastone o bilanciere).
Allora per provocazione gli ho parlato della lat machine specie quando il peso è superiore al BW.. e lui ha incominciato a ridacchiare chiedendomi il perché ed io:
"guarda che se si stacca il fermo per le gambe parti per la tangente direzione soffitto!! è un esercizio che diventa per le gambe!"

ovviamente l'ilarità tra la scelta di trazioni e lat machine come prime movers era ben presente e tutto questo perché le motivazioni addotte sulla "funzionalità" che deve avere un lavoro in palestra sposano perfettamente il lavoro con le trazioni!
e sarei io ad esasperare gli animi?
ti faccio un esempio.. io e te ci incontriamo (ok, sono simpatico, non avresti problemi!)... ed io ti faccio il seguente discorso:
"voglio una vettura sportiva, bella, trazione posteriore, due posti e un gran bel motore.. ma non deve costare tantissimo! allora mi compro una Punto Abarth!"
allora tu mi risponderesti:
"ma che dici? ciò di cui parli si ritaglia perfettamente, ad esempio, con la Nissan 370Z!"

secondo te dovrei incavolarmi?
la risposta è no


vediamo alla ratio dei vari ragionamenti secondo il mio punto di vista
a) se uno fa il preparatore deve conoscere (al di là di una moltitudine di campi) come si eseguono gli esercizi di ginnastica e pesistica!
ovvio che se mi chiedi in modo secco un libro di consiglio ad esempio Sommer (vedi sopra)

b) premesso sopra, ho spiegato che le trazioni e la progressione di esecuzione (si possono eseguire in mille modi, sempre più difficili.. ad esempio vedi la discussione con Menez nel caso delle sternali) sposano perfettamente gli obiettivi del training

c) guardate che gli esercizi di ginnastica si imparano da bambini e nessuno muore (diverso discorso le torture di alcuni tecnici.. vedi i cinesi), anzi!!
il fatto che, all'inizio, si è deboli nell'eseguirli non è un problema!
tempo 3 mesi e si raggiungono discreti valori!
ma quei 3 mesi devono incominciare da subito
la lat è un complementare, niente di più niente di meno


tutto questo, premettendo il fatto che gli assalti personali li ho subiti io (alla faccia di esacerbare gli animi!)

Secondo me fai un errore di ragionamento: qui nessun allenatore parla in generale di anatomia , fisiologia ecc, tutto è specifico sul nuoto, non capisco cosa c'entri tirare sempre dentro tante cose che col nuoto c'entrano poco, qui ben a poche persone interessano il body building od altri sport, noi facciamo nuoto e sinceramente è già una gatta da pelare abbastanza brutta, senza andarsi ad incasinare con altri sport. In definitiva ti consiglierei di parlare di preparazione atletica sul nuoto, se ne sai, altrimenti il tuo diventa uno sterile monologo

Elemaster
02 02 2011, 14: 25
Francamente,senza voler far polemica o esacerbare gli animi,al di là della competenza o meno che ciascuno di noi può avere su un determinato argomento,quello che penso noi tutti ci domandiamo qua dentro è: cosa ci stai a fare qui se il nuoto non ti interessa,lo consideri uno sport inutile,non lo pratichi e ti occupi di tutt'altro? Perchè stai a polemizzare con una schiera di nuotatori? Se vuoi parlare di atletica,perchè non ne parli su un forum di atletica? La domanda sorge spontanea,non potrai negarlo! Magari di là riceveresti anche risposte più inerenti alla tua materia e la discussione sarebbe certamente per te più stimolante..
Tutto questo,ripeto,senza polemiche nè altro,semplice interrogativo.
Un caro saluto!
Elemaster :)

silversurfer
02 02 2011, 15: 05
a prescindere.. se uno vuole fare il "saggio" che lo faccia in pieno
esasperare gli animi?
ieri mi ha contattato un mio amico preparatore (è in Danimarca per un corso) che mi ha chiesto consigli su un articolo che vorrebbe scrivere (gli esercizi più stupidi che si vedono in palestra tipo rotazioni del busto in piedi con bastone o bilanciere).
Allora per provocazione gli ho parlato della lat machine specie quando il peso è superiore al BW.. e lui ha incominciato a ridacchiare chiedendomi il perché ed io:
"guarda che se si stacca il fermo per le gambe parti per la tangente direzione soffitto!! è un esercizio che diventa per le gambe!"

ovviamente l'ilarità tra la scelta di trazioni e lat machine come prime movers era ben presente e tutto questo perché le motivazioni addotte sulla "funzionalità" che deve avere un lavoro in palestra sposano perfettamente il lavoro con le trazioni!
e sarei io ad esasperare gli animi?
ti faccio un esempio.. io e te ci incontriamo (ok, sono simpatico, non avresti problemi!)... ed io ti faccio il seguente discorso:
"voglio una vettura sportiva, bella, trazione posteriore, due posti e un gran bel motore.. ma non deve costare tantissimo! allora mi compro una Punto Abarth!"
allora tu mi risponderesti:
"ma che dici? ciò di cui parli si ritaglia perfettamente, ad esempio, con la Nissan 370Z!"

secondo te dovrei incavolarmi?
la risposta è no


vediamo alla ratio dei vari ragionamenti secondo il mio punto di vista
a) se uno fa il preparatore deve conoscere (al di là di una moltitudine di campi) come si eseguono gli esercizi di ginnastica e pesistica!
ovvio che se mi chiedi in modo secco un libro di consiglio ad esempio Sommer (vedi sopra)

b) premesso sopra, ho spiegato che le trazioni e la progressione di esecuzione (si possono eseguire in mille modi, sempre più difficili.. ad esempio vedi la discussione con Menez nel caso delle sternali) sposano perfettamente gli obiettivi del training

c) guardate che gli esercizi di ginnastica si imparano da bambini e nessuno muore (diverso discorso le torture di alcuni tecnici.. vedi i cinesi), anzi!!
il fatto che, all'inizio, si è deboli nell'eseguirli non è un problema!
tempo 3 mesi e si raggiungono discreti valori!
ma quei 3 mesi devono incominciare da subito
la lat è un complementare, niente di più niente di meno


tutto questo, premettendo il fatto che gli assalti personali li ho subiti io (alla faccia di esacerbare gli animi!)Ok. Uomo avvisato mezzo salvato.

stefano '62
02 02 2011, 15: 31
ieri mi ha contattato un mio amico preparatore (è in Danimarca per un corso) che mi ha chiesto consigli su un articolo che vorrebbe scrivere (gli esercizi più stupidi che si vedono in palestra tipo rotazioni del busto in piedi con bastone o bilanciere).
Allora per provocazione gli ho parlato della lat machine specie quando il peso è superiore al BW.. e lui ha incominciato a ridacchiare chiedendomi il perché ed io:
"guarda che se si stacca il fermo per le gambe parti per la tangente direzione soffitto!! è un esercizio che diventa per le gambe!"

ovviamente l'ilarità tra la scelta di trazioni e lat machine come prime movers era ben presente e tutto questo perché le motivazioni addotte sulla "funzionalità" che deve avere un lavoro in palestra sposano perfettamente il lavoro con le trazioni!

Tu hai il potere di trascinare la gente negli OT,ma il fatto che sia OT non è una buona ragione per lasciare che qualche sprovveduto legga e creda a certe cose.
Dunque dopo aver cercato di lasciar stare.....
Il postulato procedurale cui ti aggrappi non è "prima il carico naturale e poi le macchine",invece è "prima i carichi leggeri e poi quelli pesanti",ovvero per i più accademici: "progressività marginale crescente della difficoltà delle proposte".
Statisticamente parlando i carichi naturali sono sempre minori di quelli con le macchine,da qui la realtà statistica che tu scambi per postulato : prima il carico naturale poi le macchine.
Peccato però che a volte sia il contrario:
se tu pesi 80 chili,farai più fatica a fare le trazioni alla sbarra,o a tirare su 20 miseri Kg alla Lat ?
Pensaci,è facile.

PS
Anche mio zio che non è capace di fare niente ha scritto un libro,e ha chiesto lumi al suo compagno di bar sport inetto come lui.
Certi messaggi trasversali non impressionano nessuno.

bluesbrother
02 02 2011, 19: 30
tu sei un luminare?
sei un esperto in anatomia e fisiologia?
seguono copiose risate.

ancora devo trovare uno che consideri la lat superiore alle trazioni..
vero, non sono un luminare

Questa volta è proprio l'ultima.
Vedi ferrari, io NON ho mai detto di essere un luminare, né mi esprimo come tale ed anzi, sono sempre pronto ad imparare qualcosa che non conosco, anche da te se lo esprimessi con rispetto e correttezza. SI sono abbastanza esperto di Anatomia e fisiologia dato che sono professore di Educazione Fisica e fisioterapista, ho 50 anni e 40 di questi li ho passati nel mondo dello sport, 15 da atleta e 25 da professionista della preparazione fisica e del recupero funzionale e per questo NON vedo la ragione per la quale tu debba farti queste "copiose risate".
Per quanto riguarda il resto, ti posso dire che, NON ho mai detto che la "lat machine" sia superiore alle trazioni, ho solo fatto un appunto ad un tuo giudizio come al solito tagliente e gratuito e che fa balenare l'idea che tu non sappia precisamente di cosa stai parlando. Siccome ho lavorato e molto, sia con la lat che con le trazioni in tutte le varianti possibili e avendo i mezzi per analizzare le caratteristiche dei due esercizi ho replicato ad una tua affermazione sprezzante e carica di sufficienza. NON ho mai parlato di superiorità della lat né come esercizio di potenziamento, né come esercizio propriocettivo e non mi sognerei mai di farlo, HO SOLO DETTO CHE A PARITA’ DI PESO (dato che si tratta di una carrucola semplice e non di una camma) E DI POSIZIONE ADOTTATA (cioè con l’angolo femore/rachide lombare a 90° ) I DUE ESERCIZI SONO MOLTO SIMILI E ADDIRITTURA LA LAT E’ PIU DIFFICILE (dato che deve essere eseguita con la posizione descritta sopra) SE LE TRAZIONI SONO, INVECE ESEGUITE CON LE GAMBE PIEGATE INDIETRO E LA SCHIENA INARCATA. ma tu come al solito, per farti ragione metti in bocca agli altri frasi che non hanno mai detto.
Fai una cosa, attieniti all'argomento della discussione e, se ne hai, fornisci al nostro interlocutore il titolo di qualche libro che lo possa aiutare e non mandare in malora tutte le discussioni alle quali partecipi con le stesse "tiritele" sul t&f sugli ols e via dicendo.

icona
02 02 2011, 20: 14
[ADMIN MODE ON]

ok
Ferrari è stato richiamato per PM da me e sono in attesa di sapere se pensa di poter cambiare atteggiamento, diventando più costruttivo e meno distruttivo.
Adesso andiamo avanti con la discussione, anche se capisco le motivazioni di tutti.
Mi fermo qui perché non vorrei continuare la discussione e creare ulteriori astii: fermatevi anche voi, please!
Chi ci segue sa che sono disponibile (io come tutto lo staff) a qualsiasi chiarimento e discussione in privato...

ico

[ADMIN MODE OFF]

icona
02 02 2011, 20: 39
[RI ADIMIN MOD ON]

te la sei cercata, caro ferrari...
dispiaciuto...

ico

[ADMIN MOD OFF]

valtalas
02 02 2011, 20: 44
[RI ADIMIN MOD ON]

te la sei cercata, caro ferrari...
dispiaciuto...

ico

[ADMIN MOD OFF]

ico si riferisce a questo msg

http://www.corsia4.eu/threads/5486-Re-Libro-per-allenamento-a-secco-nuotoOT

che io avevo spostato perche' ovviamente non pertinente

Beorn
04 02 2011, 18: 27
Credo di averne letto qualcosa proprio qui. Io ho acquistato tempo fa questo volume: Swimming Anatomy, della Human Kinetics:
http://www.humankinetics.com/products/all-products/swimming-anatomy
Propone diversi esercizi divisi per distretto muscolare associando all'esercizio a secco in palestra il gesto atletico corrispondente nella nuotata.

Qui c'è una pagina esemplificativa:
http://www.humankinetics.com//AcuCustom/Sitename/DAM/037/651_Main.png

Alessandro
07 02 2011, 19: 21
mi consigliate un libro allenamento a secco logicamente abbinato al nuotoSe posso darti un piccolo consiglio ti suggerisco di leggere libri che parlino di preparazione atletica in generale perchè da ogni sport si può apprendere qualcosa e sviluppare nel mondo del nuoto (ricorda di sperimentare tu stesso ciò che apprendi).
Prova con Tudor Bompa, verschojansky e Harre (6 già più che a posto dopo l alettura di questi 3 santoni!!)

Alessandro
08 02 2011, 15: 48
Vorrei lanciare una idea/proposta/provocazione usando questo post che non capisco come mai si sia interrotto!
Perchè le persone competenti che scrivono e visitano questo forum non provano a tradurree/o a pubblicare qualche sunto sull'allenamento a secco nel nuoto?Noto che spesso si trovano libri o articoli in lingua inglese e so che molti non la masticano molto bene x cui sarebbe di aiuto ed incentivo portare anche le nostre idee o tradurre il meglio che altri hanno prodotto?Sono sicura che,aldilà della scheda tipica x il nuotatore, avere materiale in lingua italiana farebbe discutere e quindi aprire gli occhi a molti di noi!

bluesbrother
08 02 2011, 18: 49
Se posso darti un piccolo consiglio ti suggerisco di leggere libri che parlino di preparazione atletica in generale perchè da ogni sport si può apprendere qualcosa e sviluppare nel mondo del nuoto (ricorda di sperimentare tu stesso ciò che apprendi).
Prova con Tudor Bompa, verschojansky e Harre (6 già più che a posto dopo l alettura di questi 3 santoni!!)

Alessandro hai detto parole sacrosante, ma temo che se il nostro amico non ha qualche base, questi tre signori gli vadano un po' di traverso.

Alessandro
08 02 2011, 19: 26
,questi tre signori gli vadano un po' di traverso.Lo so però mi sa che anche libri sulla preparazione non gli "digerisce" bene! ,) comunque bisogna iniziare prima o poi.. ;)

Menez
08 02 2011, 23: 13
422
pagina 14...un argomento "funzionale"...un pò in ritardo sulla discussione.